Image default
Parlo io

Facebook, Twitter, Instagram “SOCIAL PICCANTI”. CHOC!

Facebook, Twitter, Instagram “SOCIAL PICCANTI”. CHOC! Il primo grande e unico segnale che siamo nel campo di un disturbo della personalità narcisistica è la quantità di tempo passata sui social network. Il sito waresocial.net ha pubblicato nel 2018 una ricerca secondo la quale gli italiani passano sui social due ore e mezzo al giorno. Un’enormità. Ma è come la storia del mezzo pollo di media… “C’è chi ci sta 10 minuti e chi anche di notte”. Tutti i particolari nell’articolo che segue corredato da VIDEO E FOTO AMATORIALI MOLTO BOLLENTI assolutamente da non perdere. BUONA VISIONE BOLLENTE CON AQUILASCOOP!

Facebook, Twitter, Instagram funzionano da moltiplicatori del loro desiderio di essere al centro dell’attenzione. Soprattutto perché agiscono principalmente sull’immagine e i narcisisti sono più preoccupati di come appaiono che di cosa sentono. «I narcisi sono spesso superficiali»  spiega lo psichiatra Paolo Crepet esperto di comunicazione “oggi i due termini sono usati quasi come sinonimi, sebbene esistano narcisi geniali, come lo era Alberto Moravia. Tuttavia, il narciso è attento più all’aspetto che al talento e le nuove tecnologie digitali sono perfette per mettere in evidenza il non-talento. Queste tecnologie diventano la costante quotidiana dei narcisi senza talento che si fanno bastare la soddisfazione di far vedere dove sono, con chi, come sono vestiti, cosa stanno mangiando, quanti muscoli hanno”.

Avverte Crepet: “Il discrimine sta anche nell’età: una sedicenne può cambiare una volta al giorno la foto del profilo di Whats App, ma se qualcuno lo fa dopo i vent’anni ha un problema”. Le immagini dicono molto di una personalità narcisistica. Se posti solo foto in stile top model, pure non essendo una top model, o un top model, qualcosa non va. Spiega Crepet: “La foto del profilo è particolarmente significativa: una donna che usa l’immagine di un tacco a spillo sta comunicando un’immagine di sé narcisistica, perché vuole farsi notare, vuole far parlare di sé. Le foto del profilo sono il nuovo biglietto da visita. Sono sintomatiche tutte le foto in cui ci addobba in modo diverso da come si è: foto che sono un’esteriorizzazione del sé, in mancanza del sé”.

“La discriminante per capire se c’è un disturbo serio della personalità da narcisismo” spiega Crepet  “è se non hai una seconda vita, se vivi principalmente rapporti virtuali. Da psichiatra, io spero che ognuno possa vivere senza telefonino. Non avere un’altra chance al di fuori dei social network è l’ultimo stadio del disturbo, il più grave per il soggetto. Subito prima, il narciso fa danno soprattutto alle persone che gli sono vicine. La vita del suo partner può essere un inferno perché il narciso vuole piacere a tutti. Non si occupa del partner, non lo ascolta, non si accorge se sta bene o male. Per non trovarsi in una situazione simile, l’unica è spiare per tempo i suoi social. E scappare”.

Related posts

Spagnoletta: “VIDEO CHOC” sbancano il web. VIDEO BOMBA!

Giuseppe Aquila

Donne anziane: “VIDEO HOT” sballano il web. VIDEO CHOC!

Giuseppe Aquila

CLUB PRIVE’: il segreto del PECCATO dietro l’angolo. PICCANTE!

Giuseppe Aquila

Leave a Comment

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Daremo per scontato che ti stia bene, altrimenti puoi disattivarli. Accetto Approfondisci